home

presentazione del sito

 


alcuni argomenti che potrebbero interessare


**

Committente e cantieri temporanei
Obblighi del committente
A cura della redazione

Il committente ha delle responsabilità nei confronti dei lavoratori che prestano la loro opera alle dipendenze dell’appaltatore. La tutela dei lavoratori e luoghi di lavoro è materia del D.lgs. 81/2008 e da quanto risulta, non vi sono deroghe (….continua)


Committente e sanzioni
Obblighi del committente verso i lavoratori
A cura della redazione

Committente è chi ordina un prodotto o la prestazione di un lavoro a un terzo, in cambio di un compenso. Vale a dire che possono essere committenti una persona fisica o società, un comune o un condominio. Nel codice civile, la figura del committente è resa evidente dall’obbligo verso gli ausiliari dell’appaltatore (art. 1676). Sempre in tema di obblighi nei confronti dei lavoratori, al committente sono riservate alcune norme (….continua)


Appalti sotto soglia di 1000 euro
Applicabilità dell’art.40 del Codice dei contratti pubblici per gli acquisti di importo inferiore a 1.000 euro.
A cura della redazione

Il tema dell’appalto sotto soglia di minimo importo, meno di 1000 euro, è stato oggetto di una comunicazione dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC). L’analisi si è basata sull’interpretazione dell’art. 40 del codice dei contratti pubblici e l’art. 1, comma 450, della legge n. 296 del 27/12/2006. La questione può riguardare, per esempio, la sostituzione di un vetro rotto o la manutenzione di una serratura difettosa, dove il costo è inferiore a 1000 euro. In questi casi, non c’è obbligo di procedura elettronica. (….continua)


Principi per le aggiudicazioni di appalti
Deliberazione A.N.AC. 10/4/2019 n. 335
Sui servizi di refezione scolastica.
A cura della redazione

L’argomento di questa pagina riguarda un caso giunto all’Autorità Nazionale Anti Corruzione, per un parere di precontenzioso, terminato con la delibera n. 335 del 10 aprile 2019. Il tema della citata delibera riguarda l’esclusione da una gara di appalto per il servizio di refezione scolastica, dove i requisiti sono stati ritenuti sproporzionati rispetto all’oggetto della gara, e tali da restringere indebitamente la concorrenza. Le norme cui fare riferimento sono gli articoli 30, 71 e 211 del D.lgs. 50 del 18 aprile 2016 (….continua)


Tempi di pagamento per gli appalti
D.lgs. 50/2016 articolo 113-bis
A cura della redazione

Il codice dei contratti pubblici è disciplinato dal D.lgs. 50/2016 e nel merito dei tempi di pagamento per gli appalti, la norma di riferimento è l’art. 113 bis. L’art. 113 bis in questione è stato aggiornato dalla legge n. 37 del 3/5/2019 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2018.” La legge 37/2019 di cui sopra, è stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale n. 109 dell’11 maggio 2019 e prevede l’entrata in vigore dal 26 maggio 2019. (…. continua)


Società organismi di attestazione
Che cosa sono le Società Organismi di Attestazione
A cura della redazione

Le società organismi di attestazione (S.O.A.) sono delle società autorizzate per compiere verifiche approfondite, sostanzialmente di carattere amministrativo e tecnico, presso le sedi dei richiedenti che intendono avere rapporti contrattuali con la Pubblica Amministrazione, per l’esecuzione di opere. Lo scopo di queste verifiche è il rilascio di un’attestazione che dimostra il possesso d’idoneità, sia per l’esecuzione di determinati lavori sia per documentare che vi è assenza di condanne penali o insolvenze fiscali e contributive. Per svolgere l’attività di “società organismi di attestazione” bisogna essere accreditati presso l’Autorità Nazionale Anti Corruzione (ANAC) la quale, oltre a rilasciare l’autorizzazione per lo svolgimento dell’attività, controlla che l’operato delle S.O.A. sia conforme agli standard previsti. (…. continua)


Autotutela
Annullamento di un provvedimento amministrativo
a cura della redazione

Ogni soggetto economico dovrebbe agire in buona fede ma non sempre è così. Ad esempio, può capitare che l’aggiudicazione sia stata viziata da certificazioni false, prodotte “ad arte” dal concorrente. In altri casi, può capitare che per dei motivi particolari, imprevedibili al momento della pubblicazione del bando, siano venute meno le esigenze di stipulare un determinato contratto. Per gli “addetti ai lavori”, compreso i soggetti economici che normalmente partecipano alle gare di appalto, le disposizioni cui fare riferimento sono scritte nella legge n. 241 del 7 agosto 1990 (…. continua).


Marketing per affidamenti diretti
A cura della redazione

E’ utile conoscere il meccanismo dell’affidamento diretto per due motivi:
1) evitare errori e perdite di tempo;
2) organizzare l’attività di marketing.

Infatti, l’istituto dell’affidamento diretto ha un ruolo rilevante nei contratti con valori non elevati, normalmente ignorati dai grandi operatori economici. Vale a dire, maggiori possibilità per le piccole e microimprese perché in termini statistici, il numero dei contratti con importi medi inferiori a 150.000 euro supera il numero dei contratti milionari. (…. continua)


Dichiarazione sostitutiva di certificazione
A cura della redazione

Nelle gare di appalto con la Pubblica Amministrazione, il concorrente deve consegnare una serie di certificati insieme all’offerta. Le certificazioni sono documenti che attestano l’esistenza di fatti e circostanze annotate in registri, albi e ruoli. Il concorrente può consegnare l’autocertificazione e le norme cui fare riferimento sono gli articoli 45, 46, 47, 48 e 49 del D.P.R. n. 445/2000. (…. continua)


 

**