Offerta congrua e offerta anomala

Come indica l’art. 97 del decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016, nel caso di offerte con forti ribassi, definiti “anomali”, su richiesta delle Stazioni Appaltanti gli operatori economici sono tenuti a motivare il prezzo unitario o costi complessivi indicati nell’offerta. Questa facoltà è prevista nella fase di giudizio tecnico, dove bisogna valutare sia la congruità delle offerte sia la serietà e realizzabilità della proposta contrattuale.


Fonte:
– decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016.

 

Sito di ricerca:
– www.normattiva.it

– www.anticorruzione.it


 

Un richiamo ai criteri di aggiudicazione.

Per non commettere errori, il concorrente dovrebbe fare una ricerca in merito agli esiti di gara precedenti e sulla base dei risultati, valutare la congruità della propria offerta. Vale a dire, che bisogna considerare i criteri di aggiudicazione disciplinati dall’art. 95 del D.lgs. 50/2016, che sono:

A) principio generale.
Nel merito dei criteri di aggiudicazione, la stazione appaltante non ha dei poteri illimitati, art. 95 comma 1:

Art. 95.
Criteri di aggiudicazione dell’appalto.

1. I criteri di aggiudicazione non conferiscono alla stazione appaltante un  potere di scelta illimitata  dell’offerta.   Essi garantiscono la possibilità di una concorrenza effettiva e sono accompagnati da specifiche che consentono l’efficace verifica delle informazioni fornite dagli offerenti al fine di valutare il grado di soddisfacimento dei criteri di aggiudicazione delle offerte.  Le stazioni appaltanti verificano l’accuratezza delle informazioni e delle prove fornite dagli offerenti.

B) il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
E’ uno dei criteri più usati. In questi casi, sulla base dell’art. 95 comma 2, la stazione appaltante ha facoltà di procedere “sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo o sulla base dell’elemento prezzo o del costo,  seguendo un criterio di comparazione costo/efficacia quale il costo del ciclo di  vita”. Questo significa che nei documenti di gara è possibile che vi sia indicazione in merito a una di queste tre soluzioni:

– criterio per il miglior rapporto fra qualità e prezzo;
– criterio per il minor prezzo;
– criterio del ciclo di vita o costo di utilizzazione.

C) criterio del minor prezzo.
Nelle gare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è possibile che l’aggiudicazione avvenga sulla base del minor prezzo.
Sulla questione del minor prezzo ci sono molti dibattiti, in particolare quando per cause dovute a scarsa qualità, accadono inconvenienti di varia natura. La norma cui fare riferimento è l’art. 95, comma 4:

Art. 95.
Criteri di aggiudicazione dell’appalto.

4. Può essere utilizzato il criterio del minor prezzo:
a) fermo restando quanto previsto dall’articolo 36, comma 2, lettera d), per i lavori di importo pari o inferiore a 000.000 di euro,  quando  l’affidamento  dei lavori avviene con procedure ordinarie, sulla base del  progetto  esecutivo;  in tali ipotesi, qualora la stazione appaltante applichi l’esclusione automatica,  la stessa ha l’obbligo di ricorrere alle procedure di  cui  all’articolo 97, commi 2 e 8;
b) per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato;
c) per i servizi e le forniture di importo fino a 40.000 euro, nonché per i servizi e le forniture di importo pari o  superiore  a 40.000 euro e sino alla soglia  di  cui  all’articolo 35 solo se caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione  per quelli di notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo.

D) Condizioni per il criterio del minor prezzo.
Restando sul tema dell’offerta economicamente più vantaggiosa, consapevoli che il criterio del prezzo più basso può essere a scapito della qualità, il legislatore ha imposto alla stazione appaltante di specificare i motivi, infatti, con il comma 5 dell’art. 95, la stazione appaltante deve motivare la scelta di prendere in considerazione le offerte con il prezzo più basso:

Art. 95.
Criteri di aggiudicazione dell’appalto.

5. Le stazioni appaltanti che dispongono l’aggiudicazione ai sensi del comma 4 ne danno adeguata motivazione e indicano nel bando di gara il criterio applicato per selezionare la migliore offerta.

 


ARGOMENTI CORRELATI

 

criteri di selezione
Con l’articolo 83 del decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50 (codice appalti), si dettano i criteri di selezione dei partecipanti ad una gara.
Se la tua intenzione è sviluppare l’attività nel settore dei contratti pubblici, devi conoscere alcuni particolari che potrebbero essere di grande aiuto.


motivi di esclusione
Gli enti appaltanti hanno a disposizione l’articolo 80 del decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016 con il quale, è possibile prevenire gli atti illeciti. Questa norma, l’articolo 80 del codice, elenca i requisiti di ordine generale che l’operatore economico deve possedere.


offerte anomale al ribasso
L’art. 97 del decreto legislativo Decreto legislativo n. 50 del 18 aprile 2016 (codice degli appalti) tratta la questione delle offerte di gara che presentano valori molto bassi o fuori mercato, dette “anormalmente basse”.


requisiti
Tutti coloro che intendono partecipare ad una gara di appalto devono avere dei requisiti che sono specificati nel codice degli appalti, il D.lgs. 50 del 18 aprile 2016. In questa sezione troverete le parti del codice che trattano “i requisiti”.


soccorso istruttorio
Nel codice degli appalti, il soccorso istruttorio e i criteri di selezione sono disciplinati dall’art. 83 del decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50. Si tratta di una norma importante che bisogna conoscere unitamente all’art. 80 che tratta i “motivi di esclusione”.


Offerta economicamente più vantaggiosa.
Sulla questione delle offerte economicamente più vantaggiose l’articolo 95, comma 9, del D.lgs. 50/2016, prevede che le amministrazioni aggiudicatrici debbano utilizzare dei criteri utili per valutare quale delle offerte ricevute sia da tenere in considerazione. Nelle gare di appalto potresti avere a che fare con l’acronimo OEPV.


**

 

A cura della redazione

Pubblicato il 7 maggio 2020
Ultimo aggiornamento:

**