Attestazione SOA come fare per chiedere una perizia giurata

Redazionale

Sei interessato ad acquistare il ramo di azienda di una società perché alla base della trattativa esiste una attestazione SOA che desideri avere. Hai letto alcune pagine di un manuale e ti sei già informato sulle procedure ma desideri approfondire la questione della perizia giurata. Non ti preoccupare, se mi dedichi 10 minuti avrai tutte le informazioni gratis.

____________________

Fonte:
– decreto legislativo n. 50 del 18 aprile 2016;
– Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici;
– Consiglio di Stato.


Sito di ricerca:
www.normattiva.it

www.anticorruzione.it


Argomenti correlati:
Attestazione SOA in vendita

perizia giurata per attestazione SOA 

____________________

Breve richiamo introduttivo
Prima di tutto ti riassumo alcuni particolari utili per introdurre la questione della perizia giurata e se quello che ti sto per dire sono argomenti già conosciuti, vai direttamente a “la perizia giurata” che si trova più avanti. 
L’attestazione SOA certifica che il soggetto economico “tal dei tali” possiede i requisiti previsti dalla legge in tema di contratti pubblici. Questa attestazione può essere effettuata solo da società autorizzate ed iscritte in un elenco pubblico mantenuto dall’autorità nazionale anti corruzione.
Con il decreto legislativo 50 del 18 aprile 2016 (art. 217) è stato abrogato il decreto legislativo 163 del 2006 (il vecchio codice appalti) mentre per il vecchio regolamento approvato con il D.P.R. 207 del 2010, alcune parti sono già state abrogate ed altre restano in vigore in via provvisoria fino a quando non verranno emanati i nuovi regolamenti. In particolare gli articoli 78 e 79 che trattano il tema dei requisiti sono ancora applicati ma visto l’orientamento dei nostri legislatori, nel prossimo regolamento queste norme verranno aggiornate ed inasprite. Dunque, con le nuove norme si continuerà ad effettuare verifiche sulla affidabilità morale, la correttezza professionale e rispetto delle norme antimafia in capo alle persone (soci, direttori, tecnici con funzioni direttive) che stanno dietro alla facciata del soggetto economico che ha richiesto l’attestazione SOA (art. 78 del D.P.R. n. 207 del 2010).

In alcuni casi la tentazione è quella di “acquisire” l’attestazione SOA per via indiretta ossia, con la cessione o l’affitto di ramo di azienda. Su questo aspetto vige la regola che nel caso di cessione o affitto di azienda il subentrante deve chiedere un nuovo attestato SOA. Su questo argomento si è espresso anche il Consiglio di Stato con una sentenza, della quale ti cito la massima: 

Consiglio di Stato, sez. V, 16 gennaio 2015 sentenza n. 70

 “Ad avviso del collegio, l’attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA non è cedibile, dato che viene rilasciata al termine di un procedimento istruttorio diretto ad accertare il possesso dei requisiti previsti dalla legge in capo al solo soggetto giuridico che l’ha richiesta.”

__________

La perizia giurata.
Nel caso di cessione del complesso aziendale la perizia giurata è obbligatoria ai sensi dell’articolo 76, comma 10, del D.P.R. 207 del 5 ottobre 2010.
Nella perizia ci devono essere le specifiche dei beni trasferiti, eventuali situazioni pregiudizievoli ed ogni altro elemento utile. Questa perizia dovrà essere consegnata in originale alla società SOA che dovrà espletare tutte le verifiche per la nuova attestazione, secondo le procedure burocratiche del caso. Tale perizia determina anche il valore della transazione ai fini fiscali e dovrà essere conservata in funzione di eventuali verifiche da parte dell’agenzia delle entrate. Per capire meglio il problema della perizia, ti spiego in modo sintetico e senza tanti giri di parole la differenza tra perizia asseverata e giurata e poi ti riporto il testo di legge. 

1) tipologie delle perizie.
– perizia asseverata.
Il perito abilitato sottoscrive la perizia confermando la certezza del contenuto “sotto la propria personale responsabilità” ed in questo modo il perito si assume la responsabilità di falsi ideologici e materiali.

– perizia giurata.
Nella perizia giurata, come nel precedente caso, esiste l’impegno in merito alla veridicità del contenuto ma nella parte terminale della perizia, in fondo al testo, è specificata una formula di giuramento: “di aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli al solo scopo di far conoscere la verità”, che il perito dichiara davanti al cancelliere di un ufficio giudiziario.

– perizia asseverata trasformata in perizia giurata.
In questo caso, bisogna recarsi da un Cancelliere con un documento di identità, insieme ai fogli della perizia completi di allegati e fascicolati, ogni foglio timbrato e sottoscritto dal perito; nell’ultima pagina si deve indicare la data di redazione del documento. Nell’ultima pagina ma prima degli allegati si deve allegare il verbale di giuramento, firmato dal perito dopo la ripetizione della formula prescritta.


2)
testo di legge.
Ti ricordo che il D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 ha disposto (con l’art. 217, comma 1, lettera u)) l’abrogazione dell’art. 76 di cui sotto, con effetto dalla data di entrata in vigore degli atti attuativi del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, i quali operano la ricognizione delle  disposizioni  del presente regolamento di esecuzione da esse sostituite.

D.P.R. 207 del 5/10/2010
CAPO III – Requisiti per la qualificazione 

Art. 76 – Domanda di qualificazione
“10. Nel caso di cessione del complesso aziendale o del suo ramo, il soggetto richiedente l’attestazione presenta alla SOA perizia giurata redatta da un soggetto nominato dal tribunale competente per territorio.”

 

3) obbligo di comunicazione all’autorità.
In merito alle perizie giurate, qui sotto puoi leggere in forma sintetica il testo del comunicato che l’autorità nazionale anti corruzione ha inoltrato alle società SOA; il testo completo lo trovi nel sito dell’A.N.AC., per ogni tua deduzione. 

Comunicato alle SOA n. 78 del 5 febbraio  2013

oggetto:  Obblighi di comunicazione da parte delle SOA nei casi di attestazione derivante  da cessioni aziendali di cui all’articolo 76, comma 10, del DPR n. 207/2010.

Si dispone
che le Società Organismi di  Attestazione, nell’espletamento degli adempimenti connessi al rilascio di  attestazioni che implichino la comunicazione all’Autorità prevista dalla  determinazione n. 11/2002 e n. 5/2004, provvedano, oltre all’invio della copia  conforme dell’atto di cessione o di affitto che comporti il trasferimento di  azienda o di un suo ramo, anche  a  trasmettere l’originale o copia   dichiarata conforme dal rappresentante Legale ai sensi del DPR 445/2000  della perizia giurata redatta da un soggetto nominato dal tribunale competente per territorio.”

____________________


Considerazioni conclusive.
a) l’impresa che cede il complesso aziendale oppure un suo ramo, deve chiedere alla società SOA una nuova attestazione che tenga conto delle sue mutate condizioni.

b) il soggetto che ha acquisito il complesso aziendale “viene onerato a richiedere “ex novo” una propria attestazione SOA.” ma prima deve chiedere al Tribunale territorialmente competente la nomina di un perito. Quest’ultimo dovrà procedere con una perizia giurata in merito all’oggetto del contratto (cessione, affitto, ecc..). Il contenuto della perizia è, nella sostanza, un inventario dei beni mobili ed immobili, strutture e personale ceduto, oggetto del contratto.

c) la società SOA che ha rilasciato l’attestazione al soggetto che cede il complesso aziendale o ramo di azienda deve essere prontamente informata in merito al contratto fra le parti. La società SOA, a sua volta, provvederà a tutte le incombenze burocratiche dettate dall’autorità nazionale anti corruzione.

d) vista la complessità della materia, il “fai da te” non è fattibile e bisogna essere assistiti da un avvocato esperto in diritto amministrativo il quale, si occuperà della domanda per la nomina del perito presso il Tribunale oltre alla contrattualistica. Per quanto riguarda i rapporti con la società SOA non ti devi preoccupare, queste società sono composte da ottimi professionisti e sottoposte a continue verifiche da parte dell’autorità nazionale anti corruzione il che garantisce competenza e qualità di cui hai bisogno.